La grande maladie de l'horreur du domicile

(Baudelaire))

 

Lo scrittore Bruce Charles Chatwin nasce il 13 maggio 1940 a Sheffield, nella regione dello Yorkshire (Inghilterra). Dopo aver compiuto gli studi presso il Marlborough College, nello Wiltshire, inizia a lavorare presso la prestigiosa casa d'aste londinese Sotheby's, nel 1958, lavora che lascia nel 1966 e continua gli studi universitari e si dedica all'archeologia, lavora in Africa e in Afganistan-Nel 1973 viene assunto dal "Sunday Times Magazine" come consulente per temi di arte e architettura. Inizierà a viaggiare e a scrivere libri.Lo stile di Chatwin è essenziale e allo stesso tempo lapidario. Tra le critiche più frequenti vi sono le accuse per i fantasiosi aneddoti che spesso attribuisce a persone, posti e fatti come fossero reali. Molte persone di cui Chatwin scriveva non si riconoscevano nelle sue parole e non apprezzavano le distorsioni nei confronti della loro cultura, da lui introdotte .

" chi non viaggia non conosce il valore degli uomini" dice Ibn Battuta, l'infaticabile girovago arabo che andò da Tangeri alla Cina e ritorno per il gusto di viaggiare. Ma il viaggio non soltanto allarga la mente: le dà forma. Le nostre prime esplorazioni 33%sono la materia prima della nostra intelligenza..."
Bruce Chatwin, .."
in Anatomia dell'irrequietezza

24 febbraio 1969
Caro Tom,
mi hai chiesto di mandarti una lettera sul mio progetto di un libro sui nomadi. Non posso fare una storia dei nomadi. Per scriverla ci vorrebbero anni. Comunque, voglio che il libro abbia un tono generale e non specialistico. La domanda a cui cercherò di rispondere è: "Perché gli uomini vanno girovagando invece di starsene fermi?". Ho proposto un titolo, -L'alternativa nomade. Ovviamente non lo useremo. E' un titolo troppo razionale per una materia che fa appello a istinti irrazionali. Per il momento esso ha il vantaggio di suggerire che la vita del nomade non è inferiore a quella del cittadino stanziale.

Bruce Chatwin

 

   

 

E’ nato a Milano il 13 Agosto 1941. Nel 1972 attraversa in solitario l'Atlantico del Nord per buona parte senza timone. Dal 1° novembre 1973 al 7 dicembre 1974 compie il giro del mondo in barca a vela in solitario da Est a Ovest contro il senso dei venti e delle correnti. Nel 1978 subisce un naufragio al largo delle isole Falkland. Comincia la deriva su una zattera che durerà settantaquattro giorni con il suo amico giornalista Mauro Mancini. Saranno salvati per puro caso. Dopo aver passato due mesi in Alaska per imparare a guidare i cani da slitta, si trasferisce in Himalaia e poi in Groenlandia: per preparare il tentativo di raggiungere in solitario a piedi il Polo Nord in compagnia del suo cane Armaduk.

Poi comincia la sua esperienza televisiva. Per sette anni Fogar girerà il mondo con la sua troupe, realizzando immagini rare a mozzafiato: la trasmissione si chiamava "Jonathan: dimensione avventura". In seguito si lascia attrarre dalla bellezza del deserto.- Partecipa a tre Parigi-Dakar e a tre Rally dei Faraoni, per poi subire un grave incidente che lo lascerà paralizzato. Nell'estate del 1997 torna in mare e fa il giro d'Italia in barca a vela, definito "Operazione Speranza" per ricordare i problemi delle persone che il destino ha costretto all’immobilità.
     

 

Adalberto Buzzin è nato a Gorizia il 26/05/1954. Fa l'assicuratore, quando non è in giro per il mondo. Dall'età di 18 anni la passione per l'avventura, per la scoperta, mi è sempre sembrata una cosa logica; se non viaggiavo mi sentivo inutile, spento, senza grinta. Così ho incominciato a viaggiare cercando sempre di capire dove andavo e migliorandomi continuamente per poter affrontare viaggi ogni volta più lunghi, più difficili, più emozionanti.

   
     

Famiglia Schurmann: una famigliaBrasiliana che da decenni vive girando il mondo con la loro barca
.Veleiro Jornal
Un'altra famiglia Brasiliana, dello stato di Santa Catarina che sta facendo il giro del mondo a bordo della loro imbarcazione di 29 piedi.
Un'altra famiglia Brasiliana, dello stato di Santa Catarina che sta facendo il giro del mondo a bordo della loro imbarcazione di 29 piedi.

Bruno Fazzin
ed i suoi viaggi nei mari lontani

Barca Pulita
Edegh e Carlo Auriemma navigano dal 1988. Hanno effettuato un primo giro del mondo su una barca di 11.5 metri(il vecchietto) e da questa esperienza ne è uscito il libro :"Sotto un grande cielo", edito da Mursia.Ora a bordo di una goletta navigano e visitano luoghi ed isole poco conosciute. Edegh e Carlo Auriemma navigano dal 1988. Hanno effettuato un primo giro del mondo su una barca di 11.5 metri(il vecchietto) e da questa esperienza ne è uscito il libro :"Sotto un grande cielo", edito da Mursia.Ora a bordo di una goletta navigano e visitano luoghi ed isole poco conosciute.

 
     
Da Parigi a Pekino in bike
"La soif d’aventures naît de celle des autres; nous voulons passer le relais en montrant la richesse des autres cultures"."La nostra sete di avventura nasce da quella degli altri; noi vogliamo passare il testimone mostrando la ricchezza delle altre culture.
Annalisa e Nico Valsesia
raccontano i loro viaggi in bicicletta."...il senso del viaggio è il viaggio stesso, il muoversi lenti rispettoal solito frenetico spostarsiveloci, pressati dalle mille incombenze della vita di tutti i giorni, di cui adesso non riesco atrovare il significaro.Lo scorrere dei sassi sotto ai tuoi occhi, il clima rigido andando a sud, le giornate che si dilungano.. ma tutto lentamente, da assaporare piano."

Due cicloturisti olandesi in giro per il mondo
:

Cycling Around the Wolrd questo sito è anche ricco di links, ha un database diviso per categorie, di siti mondiali del turismo in bicicletta.
N@PO BIKE
Benvenuti nel sito dei cicloescursionisti! Cicloturismo per tutti!Descrizioni di numerosi percorsi circolari, una collezione di schede focalizzate sugli itinerari in bicicletta nelle più interessanti località insulari del mondo, il link ad una collezione di grafici altimetrici delle salite europee ed altro ancora.

"Le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone John Steinbeck "

" … perdere tempo a camminare appare come un atto anacronistico in un mondo dominato dalla fretta. Poiché introduce una dimensione dilettevole del tempo come dei luoghi, il camminatore rappresenta uno scarto, uno sberleffo alla modernità. E' qualcosa che intralcia il ritmo sf
     
I VIAGGI DI TADDY E GLORIA
Taddy e Gloria , viaggiatori fai da te, amanti dei deserti,degli animali e della pace tra i popoli.


un sito di un viaggiatore, alla ricerca della vita
Carlos Web
Visitare la pagina di Carlo è come entrare nel cassetto dei suoi ricordi e dei suoi sogni, viaggiatore per amore, scrive e impagina il suo sito con enorme simpatia
APPUNTI DI VIAGGIO
"Dobbiamo andare e non fermarci mai finché non arriviamo Per andare dove amico? Non loso , ma dobbiamo andare(J.Kerouac)".
Giuseppe Ruperto un viaggiatore instancabile nel suo sito otto anni di viaggi con informazioni utili per chi viaggia

I viaggi di Natalino raccontati dalle sue foto.
I viaggi di Luigi
Notizie, foto e link su Argentina, Egitto, Messico, Guatemala, Cile, Stati Uniti d' America, Venezuela, India, Cina, Kenia, Tanzania, Birmania, Uzbekistan, Madagascar, Bonaire ecc.
Diari di viaggio
viaggiare è la mia passione! così si presenta Roberta una viaggiatrice instancabile
Milano-Melbourne
un giovane studente e il suo sogno, con un ferreo budget che si aggirerà intorno ai 40 euro al giorno, compreso il prezzo dei mezzi pubblici, di raggiungere L'Australia.
     
     
     
     
 
Torna alla Home Page